Impermeabilizzazione di una tettoia di box a Milano

La copertura in oggetto, tetto piano di box privati in a Milano, era costituita da una soletta pendenzata in calcestruzzo, ricoperta da uno strato di guaina bituminosa che costituiva il primo strato impermeabile della stessa.

Al di sopra, un ulteriore massetto delle pendenze (di spessore molto basso) e un nuovo strato di guaina bituminosa ardesiata dovevano essere, in teoria, il manto definitivo di tenuta all’acqua.

Purtroppo però, nel tempo, le giunte di saldatura tra i teli di guaina e i risvolti al verticale, probabilmente non realizzati alla perfezione già fin dall’inizio, hanno ceduto e le acque meteoriche hanno cominciato a percolare nei box sottostanti.

Di qui il progetto di una nuova impermeabilizzazione che è consistita nel mettere in opera, dopo opportuna preparazione, un nuovo strato di manto impermeabile costituito da un doppio strato di resina in poliestere armata con apposito tessuto non tessuto.

Dopo aver quindi preparato la superficie tramite smantellamento dello strato di guaina ardesiata impermeabile, si è proceduto anche a smantellare il massetto cementizio a basso spessore che stava tra i due strati di guaina in quanto ormai in pessimo stato, inzuppato e quasi completamente incoeso.

Fatto ciò si è pulita la guaina sottostante e si è steso il primer fissativo per guaine bituminose spolverandolo immediatamente con del quarzo in modo da aumentarne il successivo grip.

Le fasi successive sono state quelle di mettere in opera il nuovo manto impermeabile vero e proprio in resina di poliestere della linea Kemperol della Kemper System, che gode della certificazione tedesca in classe W3 (resistenza in vita di 25 anni) secondo la ETAG 005.

Questa resina viene stesa in due mani successive, armando le stesse con il tessuto non tessuto Kemper facente parte integrante del sistema certificato.

L’inserimento del tessuto non tessuto segue le direttive della normativa DIN 18 195 e certifica che su ogni parte della copertura ci sia il giusto spessore di materiale resinoso che va a coprire ed inglobare completamente il tessuto.

Inoltre il tessuto ha una funzione anche di irrobustimento e di armatura degli strati in resina e tutto il sistema risulta maggiormente resistente alle dilatazioni puntuali.

La velocità di esecuzione si somma ai vantaggi di avere un manto senza giunture, continuo, in aderenza totale alla superficie sottostante, esteticamente gradevole, riflettente i raggi solari e con la possibilità di funzionare ed essere garantibile anche a pendenza zero e persino con ristagni di acqua, a differenza della maggior parte dei sistemi preformati che devono essere giuntati.

Inoltre, essendo un prodotto liquido e che va a formarsi in cantiere, la sua peculiarità è sicuramente anche quella di poter adattarsi perfettamente anche alle forme più complesse e geometricamente poco regolari.

Motivo di ulteriore orgoglio in questo particolare cantiere è stata senz’altro una mail da parte del committente che, alla fine dei lavori ci ha informato della sua soddisfazione per le tempistiche di realizzazione, la qualità del lavoro e la puntualità nel consegnargli l’opera finita.

Questa soddisfazione del cliente è proprio ciò che la Pavibeton Srl ricerca comunque e sempre durante la realizzazione delle sue opere, che siano di impermeabilizzazione, di ripristino o di resinatura di tetti e pavimenti in genere.

Progetti recenti

 

ULTIME REALIZZAZIONI

Rivestimento in resina per azienda produttrice di pane gratuggiato
Pavimento in calcestruzzo di piazzale carrabile
Impermeabilizzazione Di Copertura Piana Industriale
Impermeabilizzazione di una terrazza a pozzo a Buccinasco (MI)
Impermeabilizzazione di una tettoia di box a Milano

Logo Pavibeton pavimenti industriali milano

© 2019 Pavibeton Srl - Partita IVA/C.F.: 12767870152
Via Cav. Angelo Manzoni, 35 - S. Angelo Lodigiano (LO) - Tel: 0371.216078 - info@pavibeton.net
Cassa Edile di Milano C.I. 14377 - REA: LO - 1451913 - pavibetonsrl@legalmail.it - Sitemap - Privacy Policy Project by ideaBIT web agency